LE OSSESSIONI E LE COMPULSIONI NEI BAMBINI, IL DISTURBO OSSESSIVO COMPULSIVO (DOC)

Le ossessioni e le compulsioni, solitamente, vanno di pari passo, tantoché si parla di Disturbo Ossessivo-Compulsivo, anche detto con l’acronimo DOC.

Tuttavia, alle volte possono esservi o solo le ossessioni (essere omosessuale, farsi e/o far male a qualcun altro, poter essere posseduto da un demone, ecc.), che variano di volta in volta e si configurano sotto forma di dubbi ossessivi, o solo le compulsioni.

 

Dunque, si tratta di pensieri persistenti o/e impulsi e immagini ricorrenti.

Nel distinguere tali problematiche, innanzitutto riconosciamo DOC basati sulla paura e DOC basati sul piacere.

I primi sono vissuti con fastidio, sono ritenuti invadenti e sono indesiderati, chi ne soffre cerca di ignorare o sopprimere tali pensieri, impulsi o immagini, cerca di neutralizzarli con qualche altra attività mentale (preghiere, conteggi, formule frasi o parole ripetute a bassa voce o a mente) o comportamenti (lavaggi, riordino, controlli).

Tali attività mentali o comportamenti, messi in atto per mettere a tacere la paura, solitamente hanno la funzione di propiziare o prevenire che qualcosa accada/non accada, o anche di riparare, per rimediare a ciò che è accaduto.

 

Il bambino Controllante

è un paziente che tenta di sedare i suoi pensieri spaventosi col controllo ripetuto (compulsione); ad esempio, ripetutamente controlla: di aver chiuso la porta di casa, il gas; di aver seguito tutti i passaggi di una procedura, i suoi bisogni fisiologici andando in bagno, controllando i luoghi dove intende andare, ecc. Ma in questo modo è come se comunicassero a sé stessi di essere inaffidabili.

 

Il bambino Perfezionista

è colui che ossessionato dall’ordine, dalla paura di compiere errori. Costoro hanno un ordine mentale, un’idea di perfezione che cercano di perseguire, ma ogni volta che pensano di aver raggiunto l’ideale si rendono conto che si può far di meglio, quindi riprendono a riordinare, a correggere, ecc. Costoro, ritengono di poter raggiungere la perfezione, per questo soffrono quando si rendono conto di non riuscire, si sentono condannate.

 

Il bambino Contaminante/contaminato

è colui che ossessionato dall’ordine, dalla paura di compiere errori. Costoro hanno un ordine mentale, un’idea di perfezione che cercano di perseguire, ma ogni volta che pensano di aver raggiunto l’ideale si rendono conto che si può far di meglio, quindi riprendono a riordinare, a correggere, ecc. Costoro, ritengono di poter raggiungere la perfezione, per questo soffrono quando si rendono conto di non riuscire, si sentono condannate

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.